adult dating champlain virginia Terry ronzio dating

Tutto ebbe inizio, quando mia moglie rimase gravida del secondo figlio.Nel corso della gestazione si verificarono avvenimenti imprevedibili a seguito dei quali ho potuto conoscere mia suocera sotto un punto di vista totalmente diverso, rispetto allo stereotipo della suocera impicciona.

terry ronzio dating-77terry ronzio dating-88

Mi ero abbassato a prendere l’asciugamano dal mobiletto posto vicino alla lavatrice.Quel gesto mi costrinse ad avvicinare il naso agli indumenti intimi di Cesira.Non c’era possibilità di tenerla lontana da casa mia, e le sue arti da megera erano sempre più incisive.Era talmente presente nella mia vita che ho temuto che alla fine potesse mettere in crisi il rapporto con mia moglie.La megera mi aveva sorpreso, i suoi poteri erano immensi.

Camminava una spanna sopra di me, non c’era dubbio. Per certi aspetti sperava che quel mese di forzata convivenza fosse l’occasione giusta per conoscerci meglio.

Tutto questo successe un mese primo del lieto evento. Dopo una settimana, però, la maestra di mia figlia mi convocò, chiedendomi se ci fossero dei problemi in famiglia, in considerazione che la bambina da qualche giorno era triste, scoppiava in crisi di pianto e appariva trasandata nell’abbigliamento. Stranamente quella proposta non gli fece nessun effetto. In cuor suo, credo, che sperasse che io accettassi l’offerta di Cesira, per togliersela dai piedi per un breve periodo.

Una decisione sofferta, ma lo feci per il bene di mia figlia. Cristo aveva previsto tutto, per questo la valigia era già pronta.

Quello artificio, di cui conoscevo perfettamente la sua funzione, la collocava in un limbo che a solo pensarci mi faceva quasi ribrezzo. A me piacevano le ragazze giovani, di bella presenza, vita stretta, fianchi larghi e gambe affusolate e ben tornite.

Ero distratto, la mente era ancora turbata da quel grosso vibratore che rotolava in mezzo al corridoio. La suocera era una donna attempata, in carne, che non avrebbe mai attirato il mio interesse.

Quando Sara arrivò al settimo mese di gravidanza, nel corso di un normale visita ginecologica, il dottor Rossi gli diagnosticò una gestazione a rischio.